Di trattamenti estetici che permettono di modellare la silhouette in maniera non invasiva ne esistono tanti. Tra questi è possibile ricordare la pressoterapia. 

Cos’è la pressoterapia?
La pressoterapia è un trattamento medico estetico che, attraverso una compressione esercitata sulle braccia, sulle gambe e sull’addome, richiama i movimenti tipici del massaggio.
 
Durante il trattamento, preceduto da manipolazioni dell’operatore finalizzate a sbloccare i centri di raccolta del sistema linfatico, le parti del corpo interessate sono avvolte da applicatori, che vengono gonfiati progressivamente. Da cosa? Da uno specifico macchinario che si trova accanto al lettino su cui la persona è distesa e che eroga i flussi d’aria in maniera ritmica.
 
Gli applicatori esercitano sul corpo una pressione che segue un percorso centripeto sulla base della direzione del sangue venoso. A facilitare il tutto ci pensano le apposite sacche pneumatiche presenti all’interno dei singoli applicatori.
 
Perché si effettua il trattamento
Il trattamento di pressoterapia, che ha una durata inferiore ai 30 minuti nei casi meno gravi (il limite massimo in quelli più seri è di circa 2 ore), si effettua con l’obiettivo favorire la motilità dei liquidi all’interno del corpo. 
 
Grazie al suddetto trattamento è possibile riportare alla normalità il circolo venoso, così come eliminare eventuali accumuli linfatici. Tra le indicazioni della pressoterapia è possibile includere anche il linfedema, così come gli ematomi sorti dopo interventi chirurgici.
 
Da citare, ovviamente, è la possibilità di scegliere la pressoterapia per il trattamento della cellulite ai suoi stadi iniziali. I benefici da ricordare non finiscono certo qui! Come non rammentare, per esempio, il sollievo che la pressoterapia può dare a chi soffre di gambe pesanti dovute a edemi venosi?
 
La pressoterapia non fa dimagrire nel vero senso della parola ma, senza dubbio, ha come conseguenza (dopo diverse sedute) un generale senso di leggerezza. Questo è dovuto alla risoluzione del problema della ritenzione idrica e al miglioramento della circolazione corporea.
 
Quando andrebbe evitata
La pressoterapia è un trattamento indubbiamente efficace, ma con alcune controindicazioni. Tra le principali è possibile ricordare lo stato di gravidanza, la presenza di trombosi, la dermatite nell’area da trattare.
 
Questo trattamento è sconsigliato anche a chi ha le vene varicose, problemi di insufficienza arteriosa/cardiaca o di flebite. Ricordiamo infatti che la pressoterapia esercita la sua azione a livello circolatorio.
 
In ogni caso, per appurare l’effettiva compatibilità, è consigliabile una visita dal medico di fiducia.

Vedi anche: PRODOTTI PER FARE LA PRESSOTERAPIA IN CASA

Cosa ne pensi? Hai domande? Scrivici


Post correlati